Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

Barcellona Bridal Fashion week Gala 2021
Arte, moda e talento …. #nonèsolounvento

Con grandissimo onore sono stata invitata a partecipare al BBFW Gala 2021, o meglio Barcellona Bridal Fashion week, illustrissimo (e quest’anno forse atteso più che mai) appuntamento del settore wedding, tenutosi a Barcellona lo scorso 14 ottobre.

L’evento riguarda la presentazione delle collezioni di abiti da sposa e riunisce altisonanti brand di designer.

Riunisce inoltre professionisti del panorama internazionale della wedding fashion industry, finalmente tornata a splendere sotto i riflettori, dopo il faticoso periodo vissuto.

E proprio per l’edizione di quest’anno, il claim è stato “the new beginning” … ed è proprio così.

La ripartenza degli eventi (in Italia il DECRETO-LEGGE 18 maggio 2021, n. 65 ha sancito la ripartenza di matrimoni ed eventi dal 15 giugno 2021) ha segnato per tutti noi “addetti ai lavori” un nuovo inizio, a cui siamo arrivati molto preparati, con il grande desiderio di svolgere al meglio e onorare la nostra professione.

Non si è trattato solo di un invito alla sfilata più immortalata della bridal fashion week; è stata un’esperienza emotiva che ci ha regalato l’indescrivibile sensazione di stare di nuovo insieme, ci ha permesso di riscoprire la passione di viaggiare oltre confine per il nostro lavoro, di incontrarci e di vivere la bellezza delle interazioni umane.

All’imbarco in aeroporto, in una lunga e distanziata fila di viaggiatori, Giuliana Parabiago, stimata giornalista di note testate editoriali, mi ha riferito che anche per lei si trattava del primo viaggio internazionale di lavoro, così come per me.

Non appena arrivata, ho lasciato il bagaglio presso l’hotel dove ero ospite, sono subito uscita e ho iniziato a camminare.

Sono andata a piedi fino al porto: mi sono fermata a guardare il mare, le barche ormeggiate e con il sottofondo dello sciabordio delle onde lievi sulla chiglia mi sono resa conto che proprio quel preciso istante fosse il primo momento di stop al termine della stagione del  wedding delirium, da me così definita. Tanto ricca di traguardi professionali e personali, di soddisfazioni a volte persino inaspettate, quanto faticosa e densa di duro lavoro, dai postumi di un pesante strascico della pandemia.

Dopo aver macinato un discreto numero di chilometri per le strade di Barcellona, città a me molto cara, sono rientrata in hotel forse persino troppo tardi e mi sono preparata per la serata di Gala.

Rispondo qui volentieri alle domande ricevute tramite social riguardo a trucco, capelli e abito: ho fatto tutto da sola (tranne la piega, dal parrucchiere rigorosamente il giorno prima della partenza), una maschera istantanea al viso, un accorgimento per defaticare le gambe e l’abito che ho indossato, in verità, lo avevo acquistato oltre un anno fa in occasione del mio compleanno.

Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

 

Eccomi, ero pronta, con la curiosità e l’entusiasmo di rivivere lo scintillio di un evento internazionale.

Con timida emozione, insieme ai miei colleghi e ai giornalisti di Elle siamo giunti davanti alla fontana magica del Montjuic, storico sito di Barcellona, e siamo rimasti estasiati.

Giuliana Parabiago in un suo post Instagram ha scritto “come essere a Disney” ed è stato proprio così: la magia, l’incanto, le luci, le musiche, i flash, le voci, l’inconfondibile fruscio degli abiti da sera….noi!

Ha aperto la sfilata il gruppo Pronovias con le creazioni del direttore artistico Alessandra Rinaudo, con i marchi House of St Patrick e Nicole Milano by Nicole Cavallo, talento ormai noto al mondo bridal.

Ha proseguito Carlo Pignatelli, che ha realizzato una linea esclusiva per Pronovias e poi l’eleganza sofisticata e la grazia innata della sposa del grande Antonio Riva, orgoglio italiano nel mondo, creatore di autentici capolavori.

Hanno sfilato: Amelia Casablanc , Yolancris, Isabel Sanchis, Sophie et Voilà, Ramón Sanjurjo, Marco y María, Lorena Panea, Olga Macià, Carla Ruiz e Cristina Tamborero. E ancora Justin Alexander e la collezione “The Atelier” by Jimmy Choo accompagnata da un video dello stilista, non presente fisicamente alla serata, ma che ha voluto comunicare un messaggio profondo di vicinanza. Ha concluso Jesús Peiró, storico marchio spagnolo, omaggio più che dovuto alla città di Barcellona.

Barcellona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

 

Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

 

Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

 

Il fashion show ha volutamente presentato un modello di rottura: dagli abiti total back oppure con inserti neri, all’inclusività di donne stupende dalle fisicità armoniosamente diverse, e ancora inclusività di genere con evidente richiamo alla libertà di una donna (sposa) da costrizioni e subordinazioni, infine inclusività di talento che ha visto, oltre alla presentazione di eccellenti stilisti emergenti accanto ai grandi nomi, le performance di artisti di straordinaria bravura.

Ester Maria Laruccia, grandissima professionista e direttrice della BBFW, ci ha fatto emozionare al photocall

Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

Barcelona bridal 2021 | alessandrapirola.it

Barcelona Bridal Gala 2021 | alessandrapirola.it

Un evento in presenza nel rispetto delle vigenti normative condotto da Renata Zanchi e Javier di Miguel.

Bellezza, passione, dedizione e impegno sociale: prosegue infatti il progetto intrapreso lo scorso anno con l’edizione digitale BBFW “Stop Child marriage”, per contrastare l’abominio dei matrimoni minorili forzati.

Lascio qui il LINK per chi volesse trarre più informazioni sullo sviluppo di tale iniziativa: https://www.stopchildmarriage.com/

Anche sotto l’aspetto musicale, il cui progetto è stato studiato sapientemente per l’evento, abbiamo potuto godere dell’arte della musica, nel senso più pieno del termine: dalle performance live di Auria Franch, alla conclusione della sfilata con le note del gruppo percussionista Nexart, per poi arrivare al cocktail (molto atteso!) con l’impareggiabile DJ Gerard Estadella.

E l’arte si fa gourmet attraverso la raffinata e squisita pasticceria creativa dei maestri Christian Escribá e Patricia Schmidt. La wedding cake rivisitata con cornice di stecchi artistici in versione sfogliatine, frutta glassata e caramellata, praline, lecca-lecca, cake-pops, …. un tripudio di autentica delizia per il palato e una gioia per gli occhi.

Al termine della serata, la giornalista che mi intervistava mi ha chiesto: “pensi che il mondo della sposa sia cambiato?”

Ho risposto con sincerità: penso che ognuno di noi sia intimamente cambiato, l’emergenza sanitaria ha toccato molteplici aspetti della nostra società e dell’umanità in senso lato. Certamente siamo tutti stati obbligati ad una riflessione e questo può essere tramutato in un’opportunità di crescita che bisogna saper cogliere.

Questo Gala, al termine di una stagione così impegnativa, rimarrà un ricordo nella mia mente e nel mio cuore: non solo come una favolosa serata mondana e scintillante sotto i riflettori, ma come l’essenza della nostra professione…come dico sempre, #nonèsolounevento .